⚠️ QUARANTENA ⚠️

 

… Dopo un breve viaggio, eccomi arrivato in hotel. Sono nella famosa “Isola Margherita” sul Danubio, e questa sarà la mia casa per le prossime sei settimane.

Scarico i miei bagagli dal bus, mi dirigo assieme agli altri alla reception, e prima di entrare consegno il documento con i due test COVID19 fatti in Italia prima della partenza. Misurano la temperatura a tutti, ci igienizzano le mani con il gel igienizzante e ci fanno entrare. Siamo in buone mani!

 

Finalmente, dopo infiniti corridoi e otto rampe di scale, riesco ad arrivare nella mia camera. Sono in un edificio diverso rispetto a quello da cui sono entrato. Il TEAM IRON, e altri due team sono stati alloggiati nel Grand Hotel, mentre gli Acquacenturions e i restanti team, sono al Thermal Hotel. Sono strutture comunicanti e veramente ben attrezzate. Siamo tutti qua, quasi 500 persone tra nuotatori e staff della ISL.

 

Entro in camera e … CHE BRUTTA!😫

Questo è stato subito il mio pensiero appena entrato. La moquette, i mobili antichi e il letto a semi baldacchino non lasciavo molto spazio all’euforia di avere una bella camera per trascorrere questa specie di isolamento. Fortunatamente non sono uno che pretende troppo e si accontenta. Ho pensato “alla fine sono da solo, in una camera abbastanza grande, il bagno è carino, va benissimo così!”

 

Mi sistemo un po’ alla meno peggio e dopo alcuni minuti squilla il telefono della stanza. È la reception che mi informa che devo sottopormi al primo tampone, previsto dal regolamento, dopo il nostro arrivo. Faccio un bel respiro e …  VIA! Mi dirigo nuovamente verso l’altro hotel, dove gli organizzatori hanno allestito tre laboratori per i test anti-Covid per renderli più agevoli e veloci.

Eravamo molti in fila, aspettavamo il nostro turno come alle poste, mancava solo il bigliettino con il numero progressivo e vi giuro era la stessa identica situazione!

Vedevo tutti i ragazzi uscire con le lacrime o le mani sul naso. In volto un’espressione di semi dolore … “oh c**o, che sta succedendo????” Subito si sparge la voce sugli operatori un po’ “grezzi” nel fare il tampone nasale. Già la tensione era alta, in più queste voci … HELP ME!🆘

 

Ecco tocca a me! Entro un po’ intimorito, consegno il pass, mi siedo e rispondo alle varie domande di prassi. Poi si avvina l’operatrice, guardo il tampone ed è il doppio più grosso di quello che avevo fatto in Italia … WHAT??? Apro la bocca e mi tampona la gola. Tutto ok, una passeggiata! Ora tocca al naso … sono pronto! Si avvina e … AHIA, AHIA, AHIAAAA,  CHE FASTIDIO! Cosa cavolo sta cercando dentro alle mie cavità nasali?! L’operatrice è concentrata e intenta a infilarmi il tampone fino all’estremità. 15 secondi di dolore, sofferenza e fastidio. Ne esco un po’ sconvolto, con le lacrime agli occhi ed il naso in fiamme, esattamente come tutti quelli che avevo visto uscire prima di me.

 

ROOM SERVICE 🍝

Torno in camera dove dovrò passare i prossimi due giorni, recluso in quarantena obbligatoria e provvisoria finché non arriveranno i risultati del tampone. Se negativo, dovrò farne un altro, e se negativo anche questo secondo tampone, potrò iniziare a girare per l’hotel. Sì, solo per l’hotel, perché di uscire non se ne parla! Il regolamento dice che possiamo gironzolare sull’isola Margherita solo per 1 ora e mezza al giorno, per evitare contagi e cercare di avere meno contatti possibili con l’esterno … tipo Alcatraz ahaha

 

Bene, inizio questa due giorni di clausura, cosa posso fare?!?!🤔

 

Play station, libro di inglese per migliorare la lingua, pc e serie tv, il mio sito internet da aggiornare. Alla fine, ho optato per un bel bagno caldo seguito da un riposino, per riprendermi dall’ultima settimana di stress e poco sonno che caratterizzano sempre i miei pre-partenza.

 

È quasi sera e ho già praticamente fatto tutto quello che potevo fare per ammazzare il tempo. Non so più cosa fare. Mi butto a capofitto nel vasto mondo di YouTube e non vi dico neanche cosa uno può iniziare a guardare durante la noia più totale …

 

Condividi su:

Marco Orsi

VICE CAMPIONE MONDIALE
E CAMPIONE EUROPEO DI NUOTO

DREAMS GROUP S.R.L.
P.Iva 03760791206